Anna Tonelli

Il mio grido

La figura di donna è all’interno di uno spazio dove il colore si addensa, si ramifica in un gioco di un brillante scenario prospettico dove l’ombra in contrasto con la luce crea una forte vibrazione e tensione, così come è in tensione la stessa figura con il suo essere in un moto che nasce dalla profondità dell’anima e che si esprime sotto forma di un accorato grido di disperazione

Il forte segno delle pennellate caratterizzano la composizione e vogliono esprimere con forza l’intento di trasmettere una grande emotività. La luce è l’elemento che rappresenta la mia emozione e la mia continua ricerca dei contrasti

 

Il mio sogno perenne è quello di avere il cuore sempre capace di ascolto.

Questo mi sembra il bene più prezioso e in tal senso vivo l’arte che non solo deve intrattenere e deliziare gli occhi ma deve coinvolgere la mente e l’anima delle persone. Con l’accostamento dei pigmenti puri che deposito sulla tela con la punta del pennello sotto forma di minuscoli e forti tratti, cerco di ottenere sia la massima luminosità che la fusione dei colori.

La mia è una pittura non formata soltanto di tecnica ma di pensiero in grado di produrre nell’immagine emozioni con effetti di grande luminosità e brillantezza cromatica. La tessitura coloristica del blu di Parigi si anima di oscillazioni e vibrazioni dinamiche, trasformandosi nel mio grido.

Viviamo un presente storico estremamente drammatico da cui non riusciamo a prevedere uno sbocco positivo all’interno di un mondo contraddittorio, pieno di contrasti e dominato dalla violenza. Il mio è un invito a guardarci attorno e sentirci parte di tutto ciò che merita rispetto e amore. Come la Natura che ci offre la vita.

Sei interessato a questa OPERA?

Contatta Anna Tonelli

Dichiaro di aver letto ed accettato le condizioni sulla Privacy Policy