Baratti Nino

Pittore

Baratti Nino

Pittore e grafico (La Spezia 17 Ottobre 1916 – da padre lombardo e madre ligure- Genova 26 Dicembre 1985) Il suo mondo artistico si forma a Vercelli dove ha frequentato l’Istituto d’Arte. Dopo l’esperienza giovanile come disegnatore di giornali e periodici, al contatto con la realtà dell’immediato anteguerra e della guerra, disegnandone gli orrori, aderisce agli indirizzi di Nuova Realtà enunciati dal Fronte Nuovo delle Arti.
La sua ricerca dialettica ed artistica si sviluppa e si consolida attraverso svariate esperienze ed approfonditi studi a Milano, dove ha vissuto per molti anni fino alla sua morte. Tra i numerosi soggetti trattati:occupano un posto predominante: porti, città, paesaggi marini, composizioni astratte.
Tenne personali e su invito prese parte a collettive e rassegne in Italia ed all’estero (Milano, Napoli, Nizza, Cannes, Montecarlo, Parigi, Londra, Madrid, Dubrovnik, Zurigo, Basilea ed altre), ottenendo premi e riconoscimenti.
Illustrò opere di scrittori contemporanei della letteratura italiana e disegnato copertine di romanzi, poesie, racconti, novelle, favole, memoriali.
Fu anche un apprezzato restauratore di opere pittoriche del ‘500 e del ‘600. Si occupò anche di scultura eseguendo alcuni bassorilievi per l’antica torre medievale “il Fortezzino” di Acquaviva Picena (AP) affidato alle cure della Sovrintendenza ai Monumenti della Regione Marche.
Le sue opere figurano in collezioni private in Italia ed all’estero (Lugano, Londra, Bruxelles, Madrid e pubbliche quali il Castello medievale di Vignola, il Comando della Marina Militare di La Spezia, l’Istituto Bramante di Milano, il Palazzo Pretorio di Campiglia Marittima di Livorno.

PENSIERI DI NINO BARATTI SULLA SUA PITTURA
Il mio incontro con l’arte fu sempre condizionato dall’esperienza diretta della realtà, dall’osservazione continua dei problemi esistenziali intesi nel loro alternarsi di atti sereni e drammatici fra forze oscure e misteriose, per riuscire ad arrivare a darne una risposta per vivere dialogando di essi con gli uomini del mio tempo.
Ecco quindi nelle mie tele, siano esse immensi agglomerati urbani o agglomerati portuali o notturni industriali, il nostro mondo di oggi, meccanico, artificiale, notturno, industrializzato, angosciato di movimento, dove l’uomo non più rappresentato, presente più che mai, immerso in una ragnatela di condizionamenti, costretto a svilupparsi dentro l’isolamento della sua stessa struttura, e l’altro, il tentativo di arrivare a forme nuove di esistenza, nella ricerca di una verità, che esse possano riuscire a determinare con il reale, per appartenere alla vita di tutti.
E’ in questo tentativo di trovare, al di là dei condizionamenti, causati, l’essenza originaria dell’uomo nel proprio ambiente naturale. Sintesi del reale, per una rielaborazione mentale autonoma “ non copia dal vero”
L’astrattismo, tutto vibrante di problematici residui, lo sento come linguaggio d’attualità, inteso ad esprimere i lancinanti contrasti posti dalla vita moderna, e dall’ideale di ordine geometrico e di purezza che per reazione psicologica, fa nascere. In altri termini nell’astrattismo (che difficilmente è puro, divorziato da dati semantici) io vedo un momento estemporaneo della visione: la proiezione di una specifica luce propria del cervello, ma anche una forma di ribellione al caos (romantico) della macchina e del commercio moderno. Vedo la resurrezione dell’umanità lancinante dallo stress e dai contrasti.
D’altra parte vedo anche un rientrare pudico dell’anima, in un ambiente primordiale, fuggendo i dramma attuale.

Le opere

Critiche e recensioni

NOTE CRITICHE SUL PITTORE NINO BARATTI

Sulla sua arte si sono espressi autorevoli critici, in giornali, riviste e varie pubblicazioni d'arte Barbareschi Fino M.A - Barberi Renato - Bogni Mario- Boncompagni Francesca- Bouscayrol Marie José- Brignetti Raffaello- Caruso Valeria- Cassago A- Cisaroli Livio- Casciano Mario- Corti Vittoria,Costanzo Giuseppe, Cuzzoni Renato, Esposti Francesca, Falossi Giorgio,Garfi Continenza Marcella- Gubitosi Vincenzo- Gussoni Wilma- Insolera Ferrari Emiliana- Johnson C- Les Arts, L'Elite – Leonetti Maria Beatrice – Leonetti Micera Giuseppe- Locatelli Orazio -Masi Giuseppe Mandel Gabriel - Manzella Domenico -Masarà Dino, Manuelle Vera - Marcianò Elio Mazzeo Michelangelo,, Micault Donatella - Millet Catherine - Monteverdi Mario -Nasillo Giuseppe - Paolino Gianna Pagano - Perdicaro Salvatore - Punzio Nello - Pumpo Luigi - Romeo Giovanni - Rossi G.V. - Scalisi Nino - Sabbi Tristano - Serradifalco Sandro - Sertoli Mario - Spera Raffaello - Toni Caterina - Todisco Anna -Ulivi Mario - Valente Marzia -Valerio Luigi, etc.
Anna Todisco

Contatta Baratti Nino

Dichiaro di aver letto ed accettato le condizioni sulla Privacy Policy